Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Parole chiave

Gennaio 2021
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Calendario Calendario

Partner
creare un forum


Il mondo in guerra

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Il mondo in guerra - Pagina 2 Empty Re: Il mondo in guerra

Messaggio  Annali il Mar Set 09, 2014 12:13 am

8 SETTEMBRE 1943
 
Il 12 giugno 1943, con grande spiegamento di forze gli alleati sbarcarono in Sicilia, tra Licata e Augusta, non incontrando che scarsa resistenza per le poche difese dell’isola e la sfiducia dei difensori, giungendo il 23 luglio a occupare Palermo.
In questa gravissima situazione, col territorio nazionale invaso, a Mussolini venne meno la fiducia dei suoi più vicini seguaci, il Gran Consiglio del fascismo votò un ordine del giorno nel quale si chiedeva al re il ripristino dello statuto. Lo stesso giorno, Vittorio Emanuele III lo fece arrestare e affidò al maresciallo Badoglio l’incarico di formare un nuovo governo.
Badoglio, comunicando agli italiani il 25 luglio 1943 di aver assunto il governo militare del paese, con pieni poteri, si espresse con determinata intransigenza: “Si serrino le fila intorno a Sua Maestà vivente immagine della patria.. La guerra continua. L’Italia duramente colpita nelle sue province invase, nelle sue città distrutte, mantiene fede alla parola data, gelosa custode delle sue millenarie tradizioni…. La consegna ricevuta è chiara e precisa…. Chiunque s’illuda di poterne intralciare il normale svolgimento o tenti di turbare l’ordine pubblico, sarà inesorabilmente colpito”.
La caduta del fascismo fu accolta con manifestazioni di esultanza popolare, mentre si ricostituivano i partiti politici perseguitati e soppressi dal regime.
Ebbe, tuttavia, inizio proprio allora un periodo d’incertezza e di pericolo, avendo Badoglio, per prendere tempo e per timore della dura reazione tedesca dichiarato che la guerra continuava. Nel frattempo, aveva inviato in segreto un emissario per prendere contatto con gli alleati e chiedere un armistizio.
Intanto i tedeschi, sempre più convinti di un imminente crollo italiano, inviavano nella penisola truppe ben armate, mentre gli alleati avanzano occupando tutta Sicilia e sottoponendo le grandi città italiane a massicci bombardamenti. L’8 settembre entravano a Salerno e nello stesso giorno fu dato l’annuncio dell’armistizio, firmato pochi giorni prima a Cassibile (Siracusa).
L’annunzio, dato senza che fosse preso alcun provvedimento per fronteggiare la reazione tedesca provocò lo sbandamento dell’esercito e precipitò il paese nel caos.
Senza lasciare disposizioni, il re e Badoglio fuggirono da Roma per timore di essere catturati, mentre nei territori occupati si ebbero episodi di tenace resistenza delle nostre truppe affiancate anche da civili.
Tuttavia, le truppe tedesche, non colte di sorpresa dall’armistizio, riuscirono a impadronirsi dell’Italia in pochi giorni occupandola militarmente.
Annali
Annali
Admin/Founder

Messaggi : 9132
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

https://annali.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Il mondo in guerra - Pagina 2 Empty Il mondo in guerra

Messaggio  Annali il Mer Ago 06, 2014 11:44 pm

6 AGOSTO 1945: HIROSHIMA


La seconda Guerra Mondiale poteva dirsi ormai alla fine, con la vittoria degli Alleati.
Tuttavia il Giappone resisteva ancora accanitamente e alla fine di luglio i giapponesi respinsero un’intimazione di resa. Il nuovo presidente americano, Harry Truman, decise di ricorrere a un’arma, appena inventata, di spaventosa potenza. Il 6 agosto 1945, la bomba fu sganciata sulla città di Hiroshima.
Alle ore 8,15, di quel giorno, tre “B-29” apparivano improvvisamente nel cielo, uno di essi fermò i motori, scese in picchiata sulla città, sganciò la bomba atomica e, con una repentina conversione a destra, si allontanò a tutta velocità. La bomba precipitò rapidamente, esplose in una sfera di fuoco del diametro di sessanta metri e della temperatura di trecentomila gradi di calore. Lo scoppio proiettò verso il suolo fiamme velocissime rosse  blu e marroni, con il loro carico radioattivo, mentre una colonna di fumo bianco saliva verso il cielo. In quest’olocausto senza precedenti oltre duecentomila persone persero la vita e altrettante riportarono ferite gravi.

Annali
Annali
Admin/Founder

Messaggi : 9132
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

https://annali.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.