Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Parole chiave

Mag 2021
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Calendario Calendario

Partner
creare un forum


Non solo vegane ...

Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  Annali Gio Apr 29, 2021 10:37 pm

Di leggende sul soffione ne ho lette più di una, tutte quante attribuite alle fate dei boschi...
Questa per esempio, irlandese, la racconta così:

Si racconta di un tempo in cui gnomi elfi e  fate vivevano felicemente insieme in prati e boschi non ancora contaminati, fino a quando  non giunse l'uomo a sconvolgere quel loro sereno e colorato mondo...
Alle magiche creature non rimase che cercare rifugio fra le rocce o nel più folto dei boschi, dove per  le fate vestite di abiti dai colori molto vistosi non era facile nascondersi finendo spesso calpestate...Usando la magia pensarono allora di trasformarsi in fiori, tanto robusti che se anche calpestati riescono a ritornare dritti ed eretti, con tenace volontà di sopravvivenza, sia contro la sferza del vento che al piede indifferente dell'uomo....
Giunti al massimo della fioritura diventano soffioni, delicati palloncini di vellutati semi... 
 

Non solo vegane ...  Inbound6222369206982460270-133a0105
Annali
Annali
Admin/Founder

Messaggi : 9428
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : oltre l'infinito

https://annali.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  spitfire Gio Apr 29, 2021 7:41 am

Il Tarassaco
.Non solo vegane ...  Tarass10

il suo nome botanico è composto da due termini antichi: taraxn = disordine, agitazione + akos = rimedio, ovvero "rimedio contro i disordini e le perturbazioni dell'organismo". I principi attivi del tarassaco si concentrano in particolare nelle radici e nelle foglie, ma anche nei fiori gialli. Le foglie del tarassaco contengono beta-carotene, vitamina C e ferro e calcio in quantità notevole. Dalle radici del tarassaco, tostate e macinate, si ricava un surrogato del caffé, gustoso e totalmente privo di caffeina.
I principali componenti del tarassaco comprendono alcoli triterpenici (tarasserolo), steroli vegetali, inulina (soprattutto nel lattice), principi amari (tarassacina) e sali minerali che conferiscono alla pianta proprietà amaro-toniche e digestive. Nella radice si concentra la massima quantità di principi attivi: vitamine A, B1, B2 B3, C, E, K, alfa e beta-carotene, criptoxantina-beta, luteina e zeaxantina, calcio, sodio, ferro, fosforo, potassio, magnesio, zinco e selenio, tannini, flavonoidi, acido caffeico e cumarico. La tarassicina, in particolare, stimola la produzione di saliva, succhi gastrici e pancreatici e bile, facilitando lo svuotamento della cistifellea, mentre l'inulina nutre la flora batterica e migliora il transito intestinale, svolgendo un'efficace ma delicata azione lassativa. L'azione drenante del tarassaco è invece data dai flavonoidi e dai sali di potassio, che agiscono a livello renale stimolando la produzione di urina e il drenaggio dei liquidi in eccesso.

Non solo vegane ...  114
Le proprietà terapeutiche del tarassaco

Del tarassaco tutto è buono: sia la radice che le foglie e i fiori stimolano le secrezioni di tutte le ghiandole dell’apparato gastroenterico (saliva, succhi gastrici, pancreatici, intestinali) e la muscolatura dell’apparato digerente producendo un’azione lassativa secondaria. Il periodo migliore per raccogliere le radici va da giugno a settembre, mentre da ottobre ad aprile si possono raccogliere le foglie di tarassaco, da consumare fresche in cucina. I fiori sbocciano da marzo a novembre e possono essere raccolti in boccio per aggiungerli alle insalate di foglie.
Non solo vegane ...  20210410


Mantiene in forma fegato e reni

Le proprietà purificanti, antinfiammatorie e disintossicanti del tarassaco favoriscono l’eliminazione delle scorie (zuccheri, trigliceridi, colesterolo e acidi urici) rendendo il tarassaco una pianta preziosa in tutti i casi di insufficienza epatica, itterizia e calcoli biliari. Data l’importanza che il fegato riveste nel metabolismo glucidico, è bene rinfrescarlo periodicamente con il tarassaco: oltre a depurare fegato e reni, stimola la produzione e la circolazione della bile, attiva la secrezione di enzimi digestivi e favorisce la peristalsi intestinale, liberando l'intestino dalle scorie zuccherine e aumentandone l'espulsione attraverso le urine.
Non solo vegane ...  211
come tutte le altre piante va usata con cautela sopprattutto da chi abbia affezioni particolari, qui trattasi della gastrite, del diabete e di sbalIi di pressione .
Buon tarassaco a voi!
E perchè no.. giocare con il suo soffione, esprimendo un desiderio. Smile anche qui, al Castello. king
il soffione che ha una bellissima leggenda, spero di aiutarmi la castellana ..se vuole..
Non solo vegane ...  6_010


Ultima modifica di spitfire il Ven Apr 30, 2021 3:08 am - modificato 1 volta.
spitfire
spitfire

Messaggi : 1805
Data d'iscrizione : 24.09.17
Località : in una stella

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  Charade Mar Apr 13, 2021 6:22 pm

Di recente è balzata alla cronaca nera il fatto che le vegane seppur immobili ed ancorate al loro terreno di appartenenza , tuttavia sono velenifere peggio dei serpenti di mare ,,, la più storica d'esse , la cicuta , ha ucciso il padre della filosofia greca , questo all'apparenza innocuo fiore allo stesso modo ha ucciso uno sprovveduto montanaro 
Non solo vegane ...  Colchico-1300x867
che ha avuto la non brillante idea di usarlo come condimento di pasta !? 
Nel dettaglio il nome in questione sarebbe : Colchico d’autunno ...
Charade
Charade
Admin/Mod

Messaggi : 445
Data d'iscrizione : 07.07.14

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  Annali Dom Apr 11, 2021 9:38 pm

Quando si parla di piante, fiori o di erbe, la castellana risponde: presente... Razz
La medicina con le piante è una delle più antiche del mondo, usate nel modo più tradizionale, come infuso o tisane. Ne ho sempre fatto uso e non c'è n'è una (a parte l'aglio orsino!) che non abbia conosciuto o usato...
Molte di queste piante o erbe sono quasi da tutti conosciute, come la camomilla, la melissa o la passiflora, pianta questa già coltivata dagli Aztechi, importata in Europa dai missionari spagnoli, che videro nei suoi fiori i segni della passione del cristo, da qui il suo nome "Passiflora"...
È una liana rampicante che produce un frutto delizioso, conosciuto per il succo dal profumo tropicale. Usata in caso d'insonnia, ansietà, nervosismo è un eccellente sedativo  che non produce ne assuefazione ne dipendenza...
Non solo vegane ...  Passiflora-e-frutto-della-passione-500x375-380x250
Annali
Annali
Admin/Founder

Messaggi : 9428
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : oltre l'infinito

https://annali.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  spitfire Dom Apr 11, 2021 12:17 pm

E vabbè.. aspettando ancora la Castellana e gli altri Castellani..
aggiunggo: il papavero.
Non solo vegane ...  Bella_10

La specie più nota è Papaver rhoeas, ovvero il papavero comune.
Oggi, la sua diffusione è in lento declino per via dell’uso sempre più massiccio di pesticidi e diserbanti.

Considerate, dunque, che se in un campo di grano o di granoturco non si scorgono i colori sgargianti del papavero, quasi certamente quel campo è stato trattato con sostanze chimiche…

Come pianta officinale, i petali freschi e i semi di alcune specie vengono utilizzati per preparare sciroppi e bevande medicamentose. Il papavero selvatico, ad esempio, ha proprietà sedative e antispasmodiche e se ne usano i petali e le capsule vuote per fare sciroppi e tisane utili in caso di tosse, insonnia e stati di eccitazione nervosa.

Non solo vegane ...  Summer10
In cucina si utilizzano sia le foglie, i semi e i germogli teneri di papavero, raccolti a inizio Primavera. Questi ultimi, sono molto buoni in insalata, con olio e succo di limone. Si abbinano altrettanto bene in misticanza con ad altre erbe di campo spontanee come cicoria, tarassaco e ortica.

Le foglie mature delle rosette basali si cucinano  come gli spinaci, magari in abbinamento a bietole selvatiche e profumate con timo,
dragoncello, rosmarino, origano, maggiorana ecc. Sempre le foglie cotte possono essere un ottimo ripieno per tortelli e ravioli.

I semi di papavero, infine, si abbinano meravigliosamente ad impasti di pizza, pan brioche, pane integrale e crackers.

Con il colore dei fiori di papavero si otteneva una tintura rossa che un tempo veniva utilizzata dalle donne per colorare labbra e guance.
Smile
spitfire
spitfire

Messaggi : 1805
Data d'iscrizione : 24.09.17
Località : in una stella

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  spitfire Gio Apr 08, 2021 7:52 pm

Aspettando la Castellana...
non sarà il "detettore" nativo degli felidi che scelgono le erbette?
Le vibrisse..?

Avete mai visto come reagisce un gatto se le si mette a disposizione per giocare ..un'oliva da salamoia? 
Provate.. Smile)
Aspettando la Miss Green...ci facciamo due passi..


Non solo vegane ...  Mail-611
spitfire
spitfire

Messaggi : 1805
Data d'iscrizione : 24.09.17
Località : in una stella

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  Charade Mer Apr 07, 2021 7:27 pm

Questo è appunto il titolo adatto per apportare nuova conoscenza circa il mondo delle piante , usate sia per cibarsi che anche per curarsi – Non per nulla molti farmaci provengono da questo mondo -  
Io però non sono molto bravo o paziente a far divulgazione ( mestiere in cui eccelle mrs Green ) e per cui preferisco dare il mio apporto spaziando tra i concetti …  
+
Nel merito del discorso , ovviamente c'è da dire che come ogni farmaco una pianta ha la sua controindicazione , poiché anche qui vige la legge che il troppo scoppia o stroppia o altro di assonante simile nella logica dei detti proverbiali -  
+
Uno ad esempio si chiederà mai come un animale conosca la terapia di quell'erba , che ad esempio trova un parallelo nell'erba gatta… che appare ancora più strana poiché il felide non è onnivoro come l'orso -  
Non solo vegane ...  Focus_erba_gatta_fa_bene_e_perche

Memorie genetiche , imitazione per apprendimento tra simili e non , o scoperta autonoma?  
Ben difficile appurarlo -  
Charade
Charade
Admin/Mod

Messaggi : 445
Data d'iscrizione : 07.07.14

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  spitfire Dom Apr 04, 2021 9:33 am

Non solo vegane ...  Medica10
Iniziamo con l'alfa...chissà fino ad omega...
Alfa Alfa o Erba Spagna.
Per gli esperti del settore il nome ufficiale è Medicago-Sativa, chiamata anche Alfalfa o Alfalafa  (errato, anche se molto diffuso, è il nome alfa-alfa), termine arabo che significa “padre di tutti gli alimenti”.

Oltre ai benefici che reca all’essere umano, come vedremo più avanti, l’erba medica fornisce un foraggio di ottima qualità ed è in grado di migliorare le condizioni del terreno, ridonandogli fertilità.
 Inoltre, per interrompere le monocolture di mais e altri cereali, l’Alfalfa è ideale poiché riesce a sopravvivere per 4 o 5 anni in media, nonostante le falciature periodiche, e protegge il terreno dagli agenti infestanti. Questo è importantissimo per la conservazione della genuinità del terreno, dato che permette di non utilizzare prodotti chimici.
Le parti predilette sono i fiori e le foglie, più in generale l’intera pianta, ad esclusione delle radici.

Per chi avesse bisogno di un antinfiammatorio o di un cicatrizzante, l’erba medica è certamente un valido aiuto: tra i sui principi, infatti, vi è la saponina. Qualcuno potrebbe obiettare, ritenendo questa una sostanza tossica. In realtà, affinché la saponina possa diventare pericolosa, la sua molecola non deve scindersi (impossibile, visto che la digestione estrapola i valori nutrizionali funzionali al corpo). Persino l’avena (comunemente mangiata da grandi e piccini) contiene la saponina!
L’erba medica è utile per coloro che soffrono di colesterolo alto o di glicemia, grazie alla presenza di fibre solubili. Queste accrescono il numero di batteri utili nel colon, evitano l’assorbimento esagerato di grassi e zuccheri, prevengono malattie cardiovascolari e il diabete.
Ovviamente non mancano le fibre insolubili, come la cellulosa, che migliorano il transito intestinale, evitando problemi come stitichezza e infiammazioni dei diverticoli.
Altro costituente chimico presente nella Medicago Sativa è il fitoestrogeno (per la precisione il cumestrolo). L’utilizzo è consigliato a tutte le donne in menopausa, che non vogliono o non possono affidarsi alle terapie ormonali classiche. Il fitoestrogeno è una sostanza naturale simile agli estrogeni (gli ormoni femminili) ed è in grado di diminuire le vampate di calore, la colesterolemia e l’incidenza del tumore mammario nelle donne post-menopausa. Nelle popolazioni orientali, dove l’uso di leguminose è giornaliero, si è riscontrato un basso livello di osteoporosi o malattie cardiovascolari, al contrario delle popolazioni occidentali, dove a prevalere sono nutrienti ad alto contenuto proteico.
Ricostituente, nutriente e stimolante, l’Alfalfa è ottima per chi ha carenza di vitamine e minerali.La vitamina K è funzionale per mantenere ossa forti, ma è anche un buon coagulante del sangue.La vitamina C contrasta le forme di scorbuto, emorragie ripetute e anemia.
Per combattere l’anemia, inoltre, l’erba medica “si serve” dell’abbondante quantità di clorofilla in essa contenuta.Le vitamina B6, C ed E contribuiscono a depurare il fegato, la U limita l’insorgenza di ulcere e gastriti; la vitamina A, unita alla clorofilla, diventa un ottimo antimicrobico.Tale erba svolge una funzione importante anche nello stimolare la ghiandola tiroidea, pertanto è molto indicata alle persone con problemi legati al suo malfunzionamento.

I minerali in essa presenti giocano un ruolo fondamentale per il buon funzionamento di tutti gli organismi viventi. L’erba medica è anche indicata per le persone con scarso appetito o che hanno problemi alimentari, persino di obesità. Assumere questa erba prima dei pasti fa sì che aumenti l'attività gastro-intestinale; dopo i pasti, invece, facilita l'assorbimento delle sostanze nutrienti più importanti.È perfetta per arricchire il latte materno di tante proprietà e per aumentarne la produzione.

Infine, l’erba medica funge anche da lassativo e diuretico naturale.
Non solo vegane ...  Erba_m10

Mia nonna ci preparava una minestrina buonissima con i suoi boccioli...la usavano anche nel tempo di guerra quando le scorte  di cibi erano scarse..ma che meraviglia in tavola...
spitfire
spitfire

Messaggi : 1805
Data d'iscrizione : 24.09.17
Località : in una stella

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  spitfire Dom Apr 04, 2021 9:16 am

Dell'aglio orsino, ne ho rifatto le scorte e continuo a godermelo pensando ai boschivi ghiottoni di orsi... ..aggiunggendone (per alternare) anche dei spinaci freschi..qui siamo in piena quaresima e per seguirla sia per motivi religiosi che salutari, mangiare "verdure" non ha mai fatto male a nessuno..anzi.
spitfire
spitfire

Messaggi : 1805
Data d'iscrizione : 24.09.17
Località : in una stella

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  spitfire Dom Apr 04, 2021 9:11 am

Ringrazio della rubrica dedicata alle erbette orsine..orsone..orsane Smile
Ringrazio a voi per aggiunggere qualcosa del vostro anche qui..
ce ne sarebbero tante di belle piante, mi piacerebbe conoscerne altre per avvicinarle ai nostri piatti strapieni di sostanze aggiuntive per via dela "borsa" dell mercato allimentare..
spitfire
spitfire

Messaggi : 1805
Data d'iscrizione : 24.09.17
Località : in una stella

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  Charade Mer Mar 31, 2021 7:15 pm

Re: All'ingresso del castello nelle stanze dei cassetti... Annali Ieri alle 9:51 pm
Spit, l'aglio orsino un'erba che piace molto agli orsi??? Ecco perché non la conosco, dalle mie parti mai visto un'orso...
Si , ma anche se glielo si potrebbe chiedere , mica ne saprebbero disporre discorso , d'altronde con quelle zampe grosse ed artigliate , non potrebbero consultare un cell -
+
Non fa testo Mr Ch,
Se vuoi , so fare anche quello Smile
+
ormai da vegano vede solo erbe salutari ovunque da portare in tavola...
Per modo di dire … quando le proteine animali fanno l'appello , risponde sempre il secondo cervello , quello non conscio , che in simbiosi abita dentro di noi , propriamente nelle viscere -
Ovviamente le battaglie con quello che abita ai piani alti forse farà vincere la guerra , ma alcune battaglie saranno inevitabilmente perse -
ps.,
alterno spunto per un ramo di empatia diciamo viscerale -
+
Credo abbia aperto il nuovo argomento giusto per invitare a scriverci te,
per erudirlo con la tua sapienza di antica conoscenza...
Ricrediti , poiché se fosse solo così , allora dovrebbe succedere ogni volta che scrivo qualsiasi cosa verso qualunque argomento aperto da chicchessia , persin te , “ mo varda un po' “-  clown
Charade
Charade
Admin/Mod

Messaggi : 445
Data d'iscrizione : 07.07.14

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Non solo vegane ...

Messaggio  Charade Mar Mar 30, 2021 6:59 pm

… devo provare/trovare l'aglio orsino , letto ieri ( che non è oggi  Shocked ) da dame Celadon , che sembra essere la panacea per ogni mal di sbalzo , anche se gli erboristi dicono lo stesso dell'olivello spinoso o della melissa officinalis e forse delle vegane carnivore adibite ad altra difesa del magic-box qui castellifero …
Non solo vegane ...  Drawbr10


Charade
Charade
Admin/Mod

Messaggi : 445
Data d'iscrizione : 07.07.14

Torna in alto Andare in basso

Non solo vegane ...  Empty Re: Non solo vegane ...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.