Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Parole chiave

Dicembre 2016
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Calendario Calendario

Partner
creare un forum


La Musica Classica

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il valzer viennese

Messaggio  Annali il Mer Nov 02, 2016 11:59 am


Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Ricordando Chopin - Tristesse...

Messaggio  Annali il Lun Ott 17, 2016 5:01 pm

Il 17 ottobre 1849, a Parigi, morì il grande compositore e pianista Fryderyk Franciszek Chopin.
Era nato nel 1810 in Polonia.
Celebri i suoi valzer, i notturni, le ballate...





Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

L'Opera lirica

Messaggio  Annali il Mer Set 14, 2016 2:03 am

G. Verdi - Nabucco "Va, pensiero"


È uno dei brani più celebri di tutta la produzione di Verdi, nel cui coro il popolo ebraico, in catene, piange la patria perduta.
La sua genesi è legata a un aneddoto che si deve a una lettera dello stesso Verdi.
Il musicista si trovava a Milano, in un momento difficile della sua vita e della sua carriera (aveva da poco perso la moglie) quando ricevette dal suo impresario un libretto sul re babilonese Nabucodonosor.
Aprì una pagina a caso e vi lesse i versi di “Va, pensiero”, del librettista Temistocle Solera e ne quasi fulminato.
Fu colto da impeto creativo che in breve lo portò a terminare l’intera opera.
Il brano, trascinante e dolente al tempo stesso, rimane il momento più alto di Nabucco.



Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Musica Classica

Messaggio  eroil il Lun Set 05, 2016 8:51 pm

Considerando il Lunedì, primo giorno lavorativo dopo la pausa domenicale un po' traumatico
concediamoci per calmarci un bel tranquilizzante "notturno", se poi tra di voi c'è qualcuno
che è isterico di suo io non ci posso fare niente. Notare che non avendo un contraddittorio
per ciò che posto, mi contraddico da solo.

Cos'è un notturno? Subito:

Un notturno (dal francese nocturne) è una composizione musicale ispirata alla notte.

La dicitura "notturno" fu per la prima volta impiegata nel XVIII secolo, quando stava ad
indicare un'opera in vari movimenti, scritto in forma libera e tipico dell'epoca romantica,
con un tempo dolce e moderato.

Nella sua forma più familiare di brano composto da un unico movimento scritto solitamente
per pianoforte solista, il notturno divenne popolare soprattutto nel XIX secolo.

Le opere di questo genere ebbero un notevole successo, pur senza essere dei capolavori,
ciò è dovuto in primo luogo al fatto che i tempi erano propizi ad un nuovo genere le melodie
facilmente orecchiabili, di carattere lirico ispirato all'opera teatrale che ne favorirono
la diffusione presso la borghesia e i salotti dell'epoca, il pianoforte era lo strumento più
presente nei salotti borghesi dell'epoca ed era dunque necessario avere composizioni che
non impegnassero eccessivamente le mani di pianisti poco esperti, o spesso dilettanti, come
molti dei nobili ottocenteschi.
Ecco; se qualcuno vuole imitare qualche nobile, evito il notturno suonato con il solo piano...

Ma passiamo all'ascolto di un notturno di Claude Debussy suonato
dalla Frankfurt Radio Symphony Orchestra diretta da Jean-Christophe Spinosi.

Da notare come il video si soffermi sui musici nel momento dell'esecuzione
valorizzandone l'armonica coordinazione.  
      

Debussy: Clair de Lune

eroil

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 25.07.16
Località : Neverwinter

Tornare in alto Andare in basso

L'Opera lirica

Messaggio  eroil il Sab Set 03, 2016 12:58 pm

 Dalla Turandot di Giacomo Puccini
 
Luciano Pavarotti canta: Nessun dorma!
Live a Los Angeles 1994  Philharmonic diretta da Zubin Metha

Che dire nulla...applaudire.
Smile Smile

eroil

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 25.07.16
Località : Neverwinter

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Musica Classica

Messaggio  eroil il Sab Set 03, 2016 12:53 pm

Nell'ascolto della musica lirica tra un brano e l'altro ci vuole una pausa, si, perché
a differenza del Rock (anche se "sinfonico") presente nell'altro cassetto non è un concerto
roboante di luci musica e..."Pogate" (ballo/scontro collettivo)

Ci vuole dunque un attimo di riflessione, in quest'attimo ne approfitto per parlare di orchestra
e del Direttore d'orchestra.
Come saprete, meglio di me, per l'opera lirica ci vuole un'orchestra che può essere composta
da più elementi come, violini, flauti, arpa, clarinetti, pianoforte, trombe, timpani
e pecussioni varie.

Un'orchestra sinfonica è composta normalmente da più di 40 strumentisti per cui necessita
di un "coordinatore".

la "direzione" è la pratica con cui un gruppo di musicisti viene coordinato da una figura
professionista nell'esecuzione di una composizione.
Il direttore ha innanzitutto un ruolo interpretativo, cioè fa le scelte musicali fondamentali
(andamento, tempo, dinamiche) illustrando a cantanti solisti, coristi e strumentisti la propria
impostazione generale del componimento musicale da eseguire.
Ed ha, una funzione di concertazione ed è d'aiuto per la coordinazione dei musicisti durante
le prove e la performance, indicando il tempo e gli ingressi delle voci.

Si, interessante, ma se rileggessi ciò che scrivo dopo un po' mi troverei noioso, per fortuna
scrivo e basta. Rolling Eyes

Passiamo al cantato che è meglio...
Very Happy

eroil

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 25.07.16
Località : Neverwinter

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Musica Classica

Messaggio  eroil il Ven Set 02, 2016 1:13 pm

L'oro del Reno è il primo dei quattro drammi musicali che costituiscono la tetralogia L'anello
del Nibelungo, di Richard Wagner.(1813-1883)
 
È la creazione del mondo secondo le antiche leggende nordiche tedesche messa in musica
dal genio di Richard Wagner.
 
Questo Preludio è l’unico pezzo nella storia della musica in cui l’armonia rimane fissa su
un solo accordo, MIb maggiore.
Un brano che è insieme un capolavoro artistico, simbolico. Da ascoltare ad occhi chiusi.
(É un "crescendo" alzare il volume)

Smile

eroil

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 25.07.16
Località : Neverwinter

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Musica Classica

Messaggio  eroil il Ven Set 02, 2016 1:05 pm

Ho l'ok; riparto da dove ho lasciato ieri, manca un'approvazione scritta? Alla Castellana
basta un cenno per approvare...nel dubbio chieder lumi!

Dunque, stavo dicendo...a si:

Indicando come "musica classica" il riferimento alla musica colta europea appare agli inizi
del XIX secolo, allo scopo di "canonizzare" il periodo che va da Johann Sebastian Bach
a Beethoven, passando per Mozart e Händel, come l'epoca d'oro della musica e i primi
riferimenti a tale utilizzo, risalgono intorno al 1836.

Ma avremo modo di parlarne nel proseguo dell'esposizione dei brani di strumenti, orchestre,
direttori d'orchestra, compositori, librettisti e di tutto ciò che da vita ad una sinfonia
o ad un'opera lirica.
Come si può intuire è un mondo vasto e articolato il cui prodotto finale è qualcosa
di eccelso, è anche vero che ci sono brani complessi che hanno bisogno di riflessione
per essere compresi, altri sono molto dolci, altri molto romantici ma ci sono anche brani
veramente spettacolari, è un genere che va ascoltato in silenzio per poter percepirne
tutta la musicalità.

É gradito, nell'eventuale post se possibile, un richiamo all'opera,
data d'esecuzione, l'autore, il tipo d'orchestra ecc.

Detto questo non c'è altro da fare che cominciare, scegliedone uno
a caso, ma guarda caso...tocca a me.
E dato che come tutto anche la musica è soggettiva posto ciò che
mi piace.
Smile

eroil

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 25.07.16
Località : Neverwinter

Tornare in alto Andare in basso

La Musica Classica

Messaggio  eroil il Gio Set 01, 2016 10:15 pm

Prefazione:
Volendo continuare a parlare di musica non può mancare la musica classica.
Ho aperto questo cassetto non perchè sono un musicofilo, ma solo per coerenza, in un altro
cassetto ho parlato, e continuerò a parlare, di un altro genere di musica.
La musica ha origini ancestrali, si può dire che fa parte dell'uomo del suo stesso essere.

Dopo il periodo preistorico, in varie regioni geografiche come Mesopotamia, Egitto, Persia,
India e Cina, o in vasti bacini d'influenza culturale come quello greco e quello romano,
si sviluppò e fu trasmessa attraverso metodi orali o scritti.

La storiografia è impotante, però ogni tanto è barbosa e dato che non voglio
parlare della storia della musica, ma della "musica classica" per cui:

Col termine musica classica ci si riferisce alla musica colta, sacra e profana, composta
o avente radici nel contesto della cultura occidentale, abbraccia approssimativamente
un arco di tempo che comincia dall'XI secolo e si estende fino al XX secolo o a seconda
delle convenzioni, fino all'età contemporanea.

E al momento mi fermo qui, perché come detto questo sritto è una prefazione.
Prima di continuare ho bisogno del parere di chi gestisce il sito.
Non per altro, ma per chiarezza dei miei intenti.

eroil

Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 25.07.16
Località : Neverwinter

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Musica Classica

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 8:51 am


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum