Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Parole chiave

Dicembre 2016
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Calendario Calendario

Partner
creare un forum


Filosofeggiando (Discussione)

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Filosofeggiando (Discussione)

Messaggio  eroil il Ven Ago 05, 2016 7:30 am

E conciso sarò, anche perchè in pratica non esiste una "filosofia orientale" affine o similare
a quella greca ma solo religioni, Zaratusta e altre simili (Da approfondire se si vogliono
considerare filosofie) disperse nell'immenso impero achemenide, detto anche primo impero persiano.

Per le sue conquiste l'impero achemenide è il più esteso della storia antica; sul finire del VI secolo a.C.
arrivò a comprendere: ad ovest la valle dell'Indo, a nord la parte meridionale del lago d'Aral e del mar
Caspio fino alla Crimea e all'est Europa, a sud l'Egitto, la Mesopotamia e i monti Zagros.
Tutto l'impero era saldamente controllato dal Gran Re, a cui sottostavano i satrapi, e collegato
in ogni punto grazie a un efficiente sistema di strade e di posta, velocizzata dagli spostamenti
a cavallo e dalla presenza di stazioni di sosta.

L'impero persiano crollò nel 332 a.C. in seguito alla battaglia di Gaugamela e alla vittoria
dei Macedoni guidati da Alessandro Magno. 

Anche e sopratutto per quanto sopra descritto il confronto fra Greci e Persiani è qualcosa
di più di un confronto militare si tratta di un vero e proprio scontro culturale, fra comunità
di cittadini/soldati che si governano da sé, e un impero autocratico che riconosce solo sudditi,
cioè, nell'interpretazione di Eschilo e di Erodoto, fra la libertà e la schiavitù.
La libertà, in Grecia, non è percepita come una questione privata, ma sempre essenzialmente
come autonomia politica, come autogoverno.
Anche la libertà di parola è intesa come connessa all'autonomia politica.


Ultima modifica di eroil il Ven Ago 05, 2016 4:33 pm, modificato 1 volta

eroil

Messaggi : 784
Data d'iscrizione : 25.07.16
Località : Neverwinter

Tornare in alto Andare in basso

Re: Filosofeggiando (Discussione)

Messaggio  Annali il Gio Ago 04, 2016 11:19 pm

Brevemente vorrei, non analizzare, troppo difficile per le variabili da inserire, ma apportare solo concise considerazioni prima di approfondire, andando a ritroso nel tempo a più ampio raggio, il perché della deriva attuale.
Quali sono le cause occulte e profonde di molti mali dell’uomo contemporaneo?
Una domanda che non rivolgo a chi ha gravi problemi, a chi lotta per sopravvivere, ma la rivolgo a chi vive nella “normalità”, a chi si sente realizzato, che vive "protetto" dal proprio benessere. È la gente normale che deve chiedersi del perché oggi ci siano tanti nodi irrisolti, perché siamo assediati da tanti drammi, dai giovani che temono di non avere futuro, da gente sola e dimenticata, dalla solitudine degli anziani sempre più numerosi.
E ancora, il divario sempre più in crescita tra ricchi e poveri sul piano mondiale, tra il nord e il sud, in un mondo dove il denaro è appannaggio di un numero ristretto di persone.
Tanti sono i problemi che hanno cambiato fisionomia alla nostra società, cominciando dalla realtà delle migrazioni in atto dall’est e dal sud del mondo, problemi sui quali non è ammissibile mostrare disinformazione, approntarsi di travestimenti che scintillano seducenti, ma che in definitiva, conducono inevitabilmente verso il nulla, in un’accozzaglia di frammenti di gesti esasperati.  

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2910
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Filosofeggiando (Discussione)

Messaggio  eroil il Gio Ago 04, 2016 4:07 pm

Charade ha scritto: ...a settembre vedremo ...
Ok charade, l'appuntamento è alle Termopili, all'osteria dell'elmo.
Serenità Smile

eroil

Messaggi : 784
Data d'iscrizione : 25.07.16
Località : Neverwinter

Tornare in alto Andare in basso

Re: Filosofeggiando (Discussione)

Messaggio  Charade il Gio Ago 04, 2016 2:43 pm

Ahh malditi , ci state dando dentro , senza il mio apporto ?
Vabbè, per ora peripatetico qui nei vs dintorni e poi a settembre vedremo ...

Charade
Admin/Mod

Messaggi : 367
Data d'iscrizione : 07.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Filosofeggiando (Discussione)

Messaggio  eroil il Gio Ago 04, 2016 1:13 pm

Come stato nella storia nel suo divenire. 
Una cultura ibrida che ha influenzato la successiva storia occidentale…
Alla faccia della democratica Atene. Shocked

Questa cosa mi ricorda di un recente; "importare democrazia..."

E questo ci porta a trovare storiografie sui miti e sulle filosofie orientali
per capire il perché, (e fare il confronto) non esista il concetto di "democrazia"
nei loro contesti sociali.
A parte che quel concetto mi pare pure "disatteso" nel nostro contesto
sociale, ma tant'è!

Alla prossima Smile

eroil

Messaggi : 784
Data d'iscrizione : 25.07.16
Località : Neverwinter

Tornare in alto Andare in basso

La storiografia come Scienza: Tucidide

Messaggio  Annali il Gio Ago 04, 2016 12:35 pm

Mi allaccio, sperando di non fuorviarti dai tuoi obiettivi primari, ai tuoi accenni mitici-storici, (Erodoto -Tucidide)  partendo dai quali arrivare,poi, ai tempi nostri...
Con Tucidide (uomo politico e generale ateniese) la storia divenne essenzialmente politica e scientifica: compito dello storico, secondo Tucidide non è la descrizione dei popoli e dei loro costumi (come aveva fatto Erodoto) ma degli eventi che indirizzano la politica interna ed esterna degli stati, evitando ciò che non ha nessuna attinenza con la politica, come prodigi, leggende, visioni, riflessioni sulla divinità e sulla morale privata degli uomini.
I grandi ideali e principi morali sono per lui solo grandi pretesti per mascherare le motivazioni dell’agire umano, costituite soprattutto dal desiderio e di potere e di dominio.
Da questo punto di vista si legge uno degli episodi più foschi dell’imperialismo ateniese, in un passo che costituisce una delle più lucide e terribili pagine della sua storia: la spedizione del 415 a.C. contro l’isola di Melo, rea di non aver aderito alla lega ateniese, nel suo desiderio di mantenersi neutrale.
Ateniesi: Siamo qui per consolidare il nostro impero e avanzeremo proposte atte a salvare la vostra città poiché noi vogliamo estendere su di voi il nostro dominio senza gravi rischi e nel contempo salvarsi dalla rovina, nell’interesse comune.”
Meli: E come potremo avere interessi noi a divenire vostri servi e voi padroni?
Ateniesi: Perché è vostro interesse sottomettervi prima di subire malanni peggiori e non essere completamente distrutti.
Meli: Allora non accettereste che noi fossimo amici invece che nemici, pur conservando la nostra neutralità?
Ateniesi: No, perché la vostra neutralità ci danneggia più che l’ostilità aperta, infatti, agli occhi dei nostri sudditi sarebbe manifestazione di debolezza mentre la vostra la vostra ostilità sarebbe testimonianza della nostra potenza.
Meli: Noi abbiamo la fiducia che la fortuna che deriva dal soccorso degli dei sarà dalla nostra parte, perché ci difendiamo contro un sopruso ingiusto.
Ateniesi: Gli dei secondo il nostro parere (e anche gli uomini) inclinano per natura a dominare ovunque possano farlo con la loro forza. Questa legge non l’abbiamo inventata noi e non siamo i primi ad applicarla: e come l’abbiamo ricevuta così, la lasceremo ai tempi futuri […].
Come stato nella storia nel suo divenire. 
Una cultura ibrida che ha influenzato la successiva storia occidentale…


Ultima modifica di Annali il Gio Ago 04, 2016 2:53 pm, modificato 1 volta

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2910
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Filosofeggiando (Discussione)

Messaggio  eroil il Mer Ago 03, 2016 1:36 pm

Annali ha scritto:
Che aria tira, quale clima culturale condiziona oggi la società nelle sue componenti da renderla simile a una terra di Caino? La mancanza dei valori fondamentali dell'esistenza, il trionfo dell'effimero?
Bella domanda, come prefazione apre ad un vasto discorso socio/culturale
diversificato dai vari concetti social-etici delle varie etnie venute
in contatto, nel senso di vita in comune, in questi anni.

A mio avviso, per un discorso ad ampio respiro si deve partire da
lontano, molto lontano, la nostra cultura e di conseguenza l'evoluzione
del nostro pensiero filosofico, si sa, parte dalla Grecia antica e da
una parola, "storiografia" nel senso più vasto del suo significato.

La st. ha inizio in Ionia nel 6 sec. a.C. e prende avvio da una duplice esigenza: da un lato riconoscere
un contrasto fra il mondo mitico e la vita attuale e cercare di appianarlo, dall’altro concentrare
l’osservazione su fatti contemporanei.
Ovvero, dove sino ad all'ora si erano tramandati miti/ricordi del passato
solo verbalmente, si tenga presente che l'aspettativa di vita di quei tempi
era breve, per cui molte conoscenze ed esperienze andavano perse, o travisate
da chi riportava i fatti. Necessitava un'opera duratura e da tutti consultabile.

Prevale la descrizione etnografico-geografica di Ecateo da Mileto (6°-5° sec.), autore oltre che di un’opera geografica
di una trattazione delle genealogie mitiche, è la consapevolezza della diversità fra le leggende religiose greche
e quelle orientali, e perciò del valore relativo e criticabile delle prime.      

E da qui il richiamo al criterio personale, cioè alla "ragione" nel giudicare la tradizione,
e per ricollegarla con le esperienze meglio accertate.

Con Erodoto(5°sec) l'oggetto si sposta e diventa "ricerca"!
La ricerca della verità distinta dal mito è esigenza primaria in Tucidide. La sua opera ha come oggetto
la guerra del Peloponneso, l’epocale scontro tra la democratica Atene e la conservatrice Sparta, e del perché del conflitto.

Tutto ciò portò a maturare la storia del pensiero filosofico greco,
della rivoluzione del pensiero e del senso morale che si compiono
nell'insegnamento di Socrate.

E Con i polpastrelli filosoficamente stressati, concludo, ma solo per poter discutere
dove è possibile "storiografarci" sulle "filosofie" orientali
e poter fare un confronto per capire "se possibile" del perché della deriva
attuale.

eroil

Messaggi : 784
Data d'iscrizione : 25.07.16
Località : Neverwinter

Tornare in alto Andare in basso

Filosofeggiando (Discussione)

Messaggio  Annali il Mer Ago 03, 2016 4:16 am

Che aria tira, quale clima culturale condiziona oggi la società nelle sue componenti da renderla simile a una terra di Caino? La mancanza dei valori fondamentali dell'esistenza, il trionfo dell'effimero?

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2910
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Filosofeggiando (Discussione)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 10:47 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum