Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Parole chiave

Dicembre 2016
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Calendario Calendario

Partner
creare un forum


Grandi conquiste dello spazio

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Mer Dic 30, 2015 11:29 pm

La sonda della Nasa “New Horizons”, mentre visitava Plutone e il suo sistema di lune, ha girato il primo videoclip oltre i confini (convenzionali) del Sistema solare. Per apprezzarlo bisogna però accontentarsi di una qualità modesta e conoscere il codice-colore per interpretarlo, perché i fotogrammi sono solo due al secondo, in bassa definizione (256 x 256 pixel) e non sono in luce visibile ma nell’infrarosso, con una strana scansione: ogni riga di pixel registra una sua specifica lunghezza d’onda, lievemente maggiore o minore della riga precedente e della seguente, ma sempre entro la banda tra 2,5 e 1,25 micron (millesimi di millimetro – il rosso dello spettro visibile termina a 0,7 micron). Lo strumento è in sostanza un particolare tipo di spettrometro, noto con l’acronimo Leisa – da Linear Etalon Imaging Spectral Array –, è stato progettato per riprendere superfici geologiche ghiacciate ed è entrato in funzione il 14 luglio 2015, quando avvenne il fly-by del sistema plutoniano. 



Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Gio Nov 19, 2015 11:28 pm

Plutone, primi piani da New Horizons- settembre 2015

 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Le Lune di Plutone

Messaggio  Annali il Ven Nov 13, 2015 11:29 pm

I nuovi dati inviati dalla sonda New Horizons mostrano i satelliti minori di Plutone che girano velocissimi su se stessi, forse a causa della forza esercitata dalla più grossa luna Caronte.
Le quattro lune minori del pianeta nano ruotano come trottole, arrivando, nel caso di Idra, a compiere 89 rotazioni per ogni singola orbita.

 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

La Missione Cassini ora è maggiorenne

Messaggio  Annali il Sab Ott 17, 2015 3:46 pm

Il giorno 15 di questo mese di ottobre 2015, la missione "Cassini” è diventata maggiorenne.
 Diciotto anni fa partiva diretta a Saturno con a bordo la navicella-lander “Huygens”, una collaborazione complessivamente da oltre da due miliardi di dollari tra la Nasa e l’Agenzia spaziale europea. Per l’ingresso di “Cassini” nella “maggiore età”, l’agenzia spaziale americana ha di nuovo diffuso questa immagine del lancio, avvenuto di notte da Cape Canaveral con un razzo Titan IVB / Centaur. Giunta al pianeta degli anelli nel giugno 2004, da allora “Cassini” ha inviato centinaia di gigabyte di dati e fornito materiale per più di tremila pubblicazioni scientifiche. La sonda “Huygens” si staccò dalla navicella madre “Cassini” il 14 gennaio 2005 e scese sul satellite Titano da dove ha inviato immagini di laghi di metano e di altre insolite caratteristiche geologiche.
La missione avrebbe dovuto concludersi nel 2008 però è stata prolungata di dieci anni ancora. La navicella ha compiuto molti sorvoli su Titano, aiutando la comprensione dei dati inviati da “Huygens”. Altra scoperta riguarda il satellite Enceladus, dove dopo tre sorvoli ravvicinati, Cassini ha osservato zampilli di ghiaccio eruttato da un’inedita topologia di geyser.
Ora sta continuando nell’esplorazione del sistema di Saturno, pianeta molto speciale per i numerosi satelliti e ancor più per i numerosi anelli che lo avvolgono.

  

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Chandra Telescopio spaziale

Messaggio  Annali il Gio Ott 15, 2015 10:49 pm

Una galleria delle più belle immagini di Chandra, pubblicate dalla NASA in occasione dell’iniziativa per questo mese di ottobre, dell’American Archives Month, dedicata alla valorizzazione dei patrimoni archivistici.

Il Chandra x-ray Observatory, è stato lanciato dalla NASA nel 1999 ed ha collezionato migliaia d’immagini in tutto l’universo.
 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Chandra Telescopio spaziale

Messaggio  Annali il Gio Ott 08, 2015 11:54 pm

Chandra, il più potente telescopio ai raggi X mai realizzato, fu lanciato nel 1999 dallo Space Shuttle Columbia.
Le immagini che cattura sono 25 volte più definite di quelle riprese dai precedenti telescopi a raggi X, con la risoluzione tanto alta potrebbe leggere un segnale di stop da una distanza di oltre 19 km.
La maggior parte dei satelliti scientifici si trovano su orbite basse, solitamente a poche centinaia di km dalla Terra, mentre Chandra, che si trova su un’orbita ellittica che lo porta, nel punto più lontano, a 138.000 km da noi e nel punto più vicino a 9.600 km, arrivando dunque, a oltre un terzo della distanza Terra-Luna.
 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Ricorrenze - La Gemini 5

Messaggio  Annali il Mer Set 09, 2015 10:24 pm

Cinquant’anni fa, il 21 agosto 1965, il “gap” che fino a quel momento aveva tenuto nella competizione con gli USA, sempre dietro all’URSS, con la Gemini 5 fu annullato.
Gli scopi principali della Gemini 5 furono quelli di testare l’affidabilità di tutti i sistemi della navicella per una durata doppia rispetto alla precedente e di analizzare le reazioni psichiche e fisiche dei due astronauti (Gordon Cooper e Charles P. Conrad) in assenza di gravità per un periodo anche superiore a quello necessario per un volo verso la Luna.
La missione durò 8 giorni e si concluse con l’ammaraggio il 29 agosto.
Un nuovo record di permanenza nello spazio era stato raggiunto a dimostrazione che l’uomo poteva sopravvivere in assenza di gravità per il periodo necessario a raggiungere la Luna.



Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

1961: da lassù la Terra vista in blu

Messaggio  Annali il Dom Set 06, 2015 11:18 pm

 Il 12 aprile 1961, cosmonauta sovietico Yuri Gagarin Alexseyevich, è diventato il primo uomo ad andare nello spazio rimanendo in orbita per 108 minuti.
Nella sua astronave Vostok 1, controllato a distanza, rilasciato ad una altitudine di 200 miglia (circa 327 km). 
Quando Gagarin  ha raggiunto lo spazio il suo primo commento è stato: 
“La Terra è blu! Tutto può esser visto molto chiaramente. " 



 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

La cometa 67P/ Churyumov- Gerasimenko al perielio

Messaggio  Annali il Sab Ago 15, 2015 1:38 am

Con una spettacolare esibizione di getti di gas e polveri, emessi dal suo nucleo, la cometa 67P/ Churyumov- Gerasimenko, ha salutato il suo arrivo al perielio il 13 agosto alle 3 e 3 minuti, ora italiana.
Rosetta, da par suo, ha ripreso operando dalla distanza di 327 chilometri un’ora prima del transito, queste bellissime immagini.
Il perielio della cometa è esterno all’orbita della Terra e si trova a 186 milioni di km dal Sole (1,24 U.A). Anche se notevolmente distante, la radiazione solare ha riscaldato decisamente il nucleo cometario, con la temperatura di superficie salita di parecchi gradi, giungendo dai – 70 di un anno fa, a pochi gradi sopra lo zero.
I gas e le polveri rilasciati hanno potenziato la chioma e la coda, secondo le misure effettuate, ogni secondo la cometa rilascia nello spazio 300 chilogrammi di vapore acqueo, mille volte più di un anno fa, quando fu raggiunta dalla sonda.
Ora per prudenza, per evitare problemi all’incolumità di Rosetta, la sua orbita intorno alla cometa, è stata allontanata. 

   

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Kepler-186f, un gemello della Terra?

Messaggio  Annali il Dom Ago 02, 2015 10:28 pm

Il telescopio Kepler utilizzando il metodo dei transiti ha individuato, insieme con altri quattro, un pianeta extrasolare con un raggio simile al nostro, orbitante intorno alla stella nana rossa Kepler-186, distante circa 500 anni luce dalla Terra.
Si tratta di Kepler-186f, l’unico degli altri quattro pianeti, molto più grandi e più vicini alla stella, a possedere i requisiti per essere classificato nella zona abitabile, una regione temperata dove l’acqua potrebbe esistere allo stato liquido, uno dei requisiti essenziali per la nascita della vita.  
 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Eclissi di Sole prodotta da Plutone

Messaggio  Annali il Lun Lug 27, 2015 2:49 am

A dieci giorni dal flyby della sonda New Horizons, Plutone si rivela sempre più come un oggetto planetario dalla geologia tutta particolare. Ghiacciai che fluiscono come fiumi, catene montuose e alti picchi isolati, regioni nebbiose estese.
L’atmosfera svolge un ruolo importante per il pianeta nano, la densità e l’estensione dell’involucro gassoso sono state con precisione valutate grazie a un ‘eclisse di sole artificiale, con il transito della sonda nel cono d’ombra di Plutone avvenuto sette ore dopo l’incontro.
L’immagine mostra il contorno di Plutone con l’aureola della luce solare che filtra attraverso la sua atmosfera.
Sono state identificate formazioni nebbiose stratificate, qualcuna alta fino a 130 km dalla superficie, altre intermedie a 80 km, le più basse a 50 km. Gli strati aiutano a comprendere la meteorologia degli idrocarburi atmosferici che rendono rosata la superficie di Plutone: metano, acetilene etilene.  

  

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Lun Lug 20, 2015 12:02 am



Plutone con la prima immagine trsmessa da New Horizons a un'ora e mezza dal flyby.

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Dom Lug 19, 2015 3:12 am

Gli scienziati della NASA grazie ai dati raccolti il 14 luglio e trasmessi da uno dei sette strumenti a bordo della sonda New Horizons, hanno scoperto una vasta zona di Plutone priva di crateri, coperta da ghiaccio di monossido di carbonio. Si trova nella zona ovest battezzata dai ricercatori “ Tombaugh Regio” in onore dello scopritore. La zona chiara sembra fosse stata già  visibile nelle immagini, riprese dall’Hubble telescopio spaziale. La tenue atmosfera che circonda il pianeta nano pare sia composta soprattutto di azoto, estesa fino a 270 km sopra la superficie di Plutone.



Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Gio Lug 16, 2015 2:45 am

Le prime immagini ravvicinate di Plutone e del suo satellite Caronte scattate da New Horizons nella fase di flyby.
La fotografia, visibile più sotto, scattata alla distanza di 770 mila km, mostra la superficie plutoniana con montagne di terriccio e ghiaccio alte fino a 3,500 metri, rilievi che, come  rivelano i dati geologici trasmessi, si sono formati non più di 100 milioni di anni fa.
Il flyby di New Horizons, permette di precisare le dimensioni di Plutone e di Caronte: Plutone ha un diametro di 2370 km, Caronte 1208.
Grazie a queste misure, ora Plutone si riprende il primato del più grande pianeta nano, battendo Eris, oggetto della Fascia di Kuiper ritenuto di diametro maggiore di Plutone.
Il povero Plutone, dopo aver sofferto la retrocessione da pianeta a pianeta nano, troverà giustizia presso l’International Astromical Union, che nel 2005 lo privò del titolo del quale si gloriava?  





Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Il lungo viaggio di New Horizons

Messaggio  Annali il Mer Lug 15, 2015 1:08 am


Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Finalmente alla meta

Messaggio  Annali il Mar Lug 14, 2015 11:00 pm


Oggi con l’ultimo importante oggetto del sistema solare viene raggiunto e fotografato da vicino, concludendo così un’era spaziale: la sonda New Horizons raggiunge simbolicamente Plutone e il suo sistema di satelliti correndo a 49.600 km l’ora. La fase più delicata  di un viaggio di quasi 5 miliardi di chilometri.
Era il 29 gennaio 1930 quando Clyde Tombaugh riprese la prima lastra in cui compariva Plutone. Oggi si sa che la scoperta, stimolata da misteriose turbazioni, fu una circostanza fortuita, favorita dalla sua costanza nell’osservare in maniera sistematica tutta la fascia del cielo adiacente all’eclittica.  La scoperta di quell’oggetto lontanissimo, in qualche modo gli cambiò la vita.
Un altro mese di gennaio, 76 anni dopo, avrebbe cambiato la “vita” di Plutone. Il giorno 19 gennaio del 2006 partiva da Cape Canaveral un Atlas-Centaur potenziato, con la navicella New Horizons, destinata a svelarci per la prima volta i misteri del lontanissimo pianeta.
Nel luglio 2005 quando fu scoperto Eris, il primo oggetto trans-plutoniano più grande di Plutone, l’Assemblea Generale Astronomica riunita a Praga decise di declassare Plutone da pianeta a “pianeta nano”. Decisione male accettata dagli americani, sia perché Plutone era l’unico pianeta scoperto da uno di loro, sia per il timore che la missione New Horizons perdesse importanza, cosa non avvenuta, ma al contrario aumentata grazie agli studi e alle scoperte degli anni immediatamente successivi.
Per onorare la memoria dello scopritore Clyde Tombaugh, un piccolo contenitore cilindrico applicato sotto il telaio della sonda, contiene una parte delle sue ceneri.
Infatti, poco prima di morire, nel 1997, aveva espresso il desiderio di poter raggiungere, se mai fosse stato possibile, quell’oggetto lontanissimo al quale tanto doveva.
 
 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Advice by Hell

Messaggio  Charade il Gio Lug 09, 2015 7:13 pm

Da pianeta nano a "sasso" arcano a ???,,,  




Un anno intenso per le missioni spaziali , prima il wake-up di zia Rosetta ora imminente ( next week) un tecnico "fly-by" vs l'oscura divinità che una sonda chiamata "New Horizons" tenterà di farci vedere quel qualcosa di più definito , di questo pianeta scoperto , strano a pensarlo solo agli inizi del 1900 ,,,

Inutile dire che le distanze che ci separano o che sono state ricoperte , sono relativamente immense -

Charade
Admin/Mod

Messaggi : 367
Data d'iscrizione : 07.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Ven Lug 03, 2015 3:05 am

Festeggiati il I° luglio 2015, i primi dieci anni della sonda Cassini nell'orbita di Saturno, il Signore degli anelli.

 Saturno e i suoi anelli formano il più vasto corpo del sistema solare: il diametro totale è pari a ¾ della distanza tra la Terra e la Luna. Gli anelli da soli formano un disco di 300 mila km di diametro con uno spessore massimo di soli 100 metri.  Ancora non si conosce perfettamente di cosa siano composti e da dove siano arrivati. Sono frammenti di e ghiaccio. Le dimensioni di queste particelle vanno da quelle microscopiche a quelle di una casa, ruotano attorno a Saturno a diverse velocità. I loro nomi seguono l'alfabeto in base alla loro scoperta. 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Dom Giu 14, 2015 4:19 pm

In questi giorni la sonda Mars Express festeggia i 12 anni dal suo lancio avvenuto nel 2003.
Ha raccolto, da quel giorno, immagini inedite e dettagliate del pianeta rosso, fornendo la prova della presenza di acqua e metano, testimonianze di recenti attività vulcaniche e continue  aggiornate informazioni sulla struttura della superficie e sulla composizione atmosferica del pianeta. 
Attraverso le  immagini, ci sono 12 anni di storia del cammino di Mars Express nell'orbita di Marte

  .

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Ritorno da "Futura"

Messaggio  Annali il Gio Giu 11, 2015 5:07 pm

Samantha Cristoforetti: ovvero il ritorno sulla Terra
Samantha Cristoforetti ha stabilito alle 16,21 del 6 giugno 2015 il nuovo primato mondiale femminile di permanenza continuativa nello spazio. Al rientro a terra in programma per oggi giovedì 11 giugno, con la sua missione “Futura” ha accumulato 199 giorni trascorsi ininterrottamente in orbita. E’ la prima donna che abbia superato i 195 giorni nello spazio, record che risaliva al 2007 e apparteneva alla statunitense Sunita Williams. La conquista del primato da parte della nostra astronauta (prima italiana ad andare nello spazio) non era nei programmi. E’ diventata possibile perché il fallimento di una missione di rifornimento ha costretto Samantha a prolungare di poco meno di un mese il soggiorno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, stupefacente avventura che avrebbe dovuto concludersi il 24 maggio. 

 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Mer Mag 27, 2015 11:55 pm

Uno scatto storico
Bruce Mc Candless è stato, nel 1984, il primo astronauta ad aver testato lo zaino a propulsione per l’utilizzo nelle passeggiate spaziali, senza agganci con la navicella.

È con la Manned Maneuvering Unit (MMU) che durante le celebri EVA, (attività extraveicolari) uscì dallo Shuttle muovendosi nello spazio in completa libertà, a un’altezza di 300/400 km sopra la Terra.
  

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

L'esplorazione spaziale italiana

Messaggio  Annali il Lun Mag 25, 2015 6:16 pm

L'Agenzia spaziale italiana racconta le esperienze degli astronauti selezionati per le missioni.


 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Gio Apr 16, 2015 2:38 am

Alexey Leonov - Primo uomo fluttuante nello spazio :18 marzo 1965


Leonov ce l'aveva fatta: era diventato il primo uomo a galleggiare libero nello spazio e la sua impresa era stata documentata da una cinepresa e trasmessa in diretta televisiva a un Parecchie ore dopo, quando giunse il momento di tornare a terra, i retrorazzi automatici non si attivarono. I cosmonauti furono costretti ad attivarli manualmente: un compito delicatissimo, perché un errore anche lieve nella durata e nel momento d'innesco poteva farli rientrare troppo verticalmente, disintegrandoli, oppure tenerli per sempre in orbita. Inoltre il modulo di servizio, contenente i motori e il propellente, non si staccò correttamente, esponendo i cosmonauti a una decelerazione violentissima fino a quando il calore del rientro fuse gli agganci del modulo ribelle, liberando la capsula.

Finirono per scendere sotto un grande paracadute principale nel cuore della Siberia, cadendo in una foresta popolata da orsi e lupi. Rimasero nella capsula e attesero varie ore prima di sentire il rumore rassicurante degli elicotteri di soccorso, che però non potevano atterrare in mezzo agli alberi. Leonov e Belyayev uscirono dalla capsula, raggiunsero uno spiazzo e si accorsero che il rumore era quello di un elicottero civile, non di uno di quelli militari di soccorso. Il pilota lanciò giù una scala di corda, non potendo atterrare, ma la scala era troppo fragile per salirvi con le loro pesanti tute, per cui i due rifiutarono l'invito.
Arrivarono presto altri elicotteri, che lanciarono provviste: una bottiglia di cognac, che prevedibilmente si ruppe all'impatto sulla neve, un'ascia e degli indumenti caldi, che s'impigliarono in gran parte negli alberi.
Al tramonto la temperatura scese a -25°C e i cosmonauti furono costretti a restare nella capsula, senza poterne chiudere il portello, con gli indumenti di Leonov fradici di sudore, da strizzare per non trovarseli ghiacciati addosso. Si svegliarono l'indomani al rumore dell'arrivo dei soccorsi, giunti finalmente usando gli sci. I soccorritori costruirono una casetta di legno e un focolare e portarono una tinozza nella quale i due cosmonauti si poterono finalmente lavare e asciugare, passando un'altra notte nella foresta. L'indomani Leonov e Belyayev presero gli sci e si fecero nove chilometri per raggiungere la radura dove li aspettava l'elicottero. Intorno alla cabina del veicolo spaziale videro che c'erano le impronte dei lupi affamati, curiosi di vedere cosa era piovuto dal cielo.

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Mer Mar 18, 2015 11:38 pm

Cinquant’anni fa, la prima passeggiata nello spazio: 18 marzo 1965.
 
Nell’ambito delle molte iniziative intraprese durante lo scontro politico, ideologico e militare, tra URSS e USA, fu probabilmente la corsa allo spazio quella con le maggiori implicazioni mediatiche.
L’importanza della prima passeggiata nello spazio del russo Alexei Leononov, fu da tutto il mondo percepita anche grazie alle riprese televisive e l’enorme attenzione che le dedicarono i giornali. Sulla prima pagina del quotidiano La Stampa del 19 marzo 1965, dedicata interamente all’impresa spaziale del giorno precedente, l’inviato scriveva da Mosca: “ Un uomo legato con funi di nylon a un satellite artificiale ha volato oggi nello spazio cosmico per una ventina di minuti a una velocità di 28.000 km orari, a una distanza dalla Terra fra i 173 e i 495 km. Protagonista dell’impresa, il tenente colonnello dell’aviazione sovietica Alexei Arkhipovich Leonov (anni 30) che s’è aggirato nello spazio con movenze simili a quello di un palombaro. Ha esaminato la superficie esterna dell’astronave, ha compiuto osservazioni e rilievi e infine ha girato alcuni metri di pellicola con una cinepresa. Quindi è rientrato nella cabina del satellite, sostando in un compartimento stagno dell’astronave in condizioni spaziali, cioè identiche a quelle esterne. Alexei Leonov era partito per la sua impresa alle dieci di stamane a bordo di un satellite denominato “ Voskohod II, cioè Aurora. Era con lui il colonnello Pavel Ivanovich Belyayev, al comando della nave spaziale”.   
 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Annali il Sab Mar 14, 2015 4:20 pm

Un viaggio attraverso tutto quanto ha portato alla scoperta dell'Universo.


 

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2955
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Grandi conquiste dello spazio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 8:52 am


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum