Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Parole chiave

Dicembre 2016
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Calendario Calendario

Partner
creare un forum


Edifici Magici

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Edifici Magici

Messaggio  Annali il Ven Nov 06, 2015 10:52 pm

Giardini come talismani magici

Secondo Leon Battista Alberti, i giardini rientravano nel campo dell’architettura non meno degli stessi edifici. Per propria natura, il giardino era di per sé un talismano magico.
Infatti poteva essere diviso in quattro parti a rappresentare i quattro elementi terra, aria, fuoco e acqua, oppure in dodici parti come i segni dello zodiaco. In punti prestabiliti poteva contenere tempietti, grotte, labirinti, composizioni di forme e colori per attrarre le energie cosmiche.
Insieme al concetto di giardino come componente della struttura architettonica globale, si formò quello di giardino botanico, disposizione armonica di spazio in cui contenere il maggior numero possibile di piante. In questo senso il giardino divenne simbolicamente un luogo in cui si rifletteva l’intero spettro del cosmo.
I giardini di questo tipo si conciliavano anche con i principi di medicina naturale, poiché grazie alle piante e alle erbe, formavano grande varietà di rimedi terapeutici.
Al giardino talismanico e al giardino botanico, era attribuita grande rilevanza, riflettente l’ideale rapporto  fra l’uomo e la natura, dove produrre insieme un perfetto ordine spaziale.
   

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2910
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Edifici Magici

Messaggio  Annali il Mer Ago 06, 2014 1:28 am

L'ESCORIAL
L’Escorial fu costruito dall’architetto Juan de Herrera, amico e mago personale del sovrano Filippo II di Spagna, la cui ambizione era la costruzione di un edificio magico paragonabile al Tempio dell’Antico Testamento: palazzo, monastero e chiesa.
Il sovrano accettò il progetto fatto da Herrera e supervisionò di persona la costruzione e la decorazione dell’Escorial in ogni suo dettaglio.
L’edificio fu progettato e costruito in rigorosa conformità ai principi dell’armonia e delle proporzioni geometriche, e le varie fasi furono calcolate e distribuite in periodi astrologicamente propizi. Fu fatto largo uso del cubo, simbolo sacro nei testi ermetici.
Sulla volta del coro, ancora visibile, un affresco enigmatico dipinto da Luca Cambiaso, raffigura “La gloria o La visione del Paradiso”. Al centro dell’affresco, Dio Padre e Figlio sono rappresentati circonfusi da un alone splendente di luce e assisi su un arcobaleno, con i piedi appoggiati su un cubo di pietra, dipinto in modo da sembrare sporgere in fuori verso l’osservatore.
L’Escorial fu concepito come un nuovo Tempio di Salomone, e Filippo II, i cui titoli comprendevano quelli di re di Gerusalemme, accolse di buon grado l’identificazione con il sovrano dell’Antico Testamento

Annali
Admin/Founder

Messaggi : 2910
Data d'iscrizione : 08.06.13
Località : la mia

http://annali.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum